Gli effetti psicologici di un trasloco

riabilitarsi dopo il processo di trasloco

L'identità, fondamento della nostra vita.

L'identità di un individuo è basata su l'esperienza che vive a contatto con il suo ambiente familiare, relazioni, ma anche culturale e sociale. Più ci interagiamo con il nostro ambiente e più ci saremo interconnessi con l'ambiente in cui viviamo, più ci occuperemo un posto importante nella società e la nostra identità sarà solida. Avere un’identità è di sentirsi ed essere riconosciuto nel tempo come membro della società.


La costruzione della nostra identità si modella quindi in gran parte rispetto al nostro ambiente di vita. Traslocando, forse non mettiamo in discussione le " fondazioni" della nostra personalità, ma cambiamo il nostro paesaggio sociale e gli attori che lo compongono. Traslocare è finire in terra straniera, senza essere in grado di contare sui vecchi punti di riferimento e quindi animati da un forte sentimento d’insicurezza: incapaci di trovare la stabilità necessaria per la maggior parte di noi.

I rischi legati ai traslochi.

Dopo un trasloco, esiste un vero e proprio rischio d’isolamento e non solo per i single. Spesso nelle coppie, uno dei due coniugi non ha trovato un posto di lavoro ed è solo a girare in circoli nella sua nuova casa. E se ha dei figli, spesso sono a scuola. Quando si ha l'abitudine di lavoro e la vita sociale molto denso, è difficile superare questa prova senza essere colpiti.

Un altro rischio, i dilemmi interiori creati dalla perdita dei nostri punti di riferimento possono causare una diminuzione dell’autostima. Le persone che oggi sono intorno a noi non sanno la nostra vita passata. La nostra legittimità e la nostra condizione sociale non sono così forti ed evidenti. La conseguenza diretta: interrogativi più frequenti che possono influenzare il nostro morale e di suscitare la sensazione di non essere al suo posto.

Come riabilitarsi.

Fidarvi di voi stessi.

Anche se si vive un cambiamento di vita che risveglia domande profonde, il tuo potenziale intellettuale non sarà influenzato. Non lasciatevi abbattere dagli eventi, fate un passo indietro e usate le vostre capacità mentali.

Passo dopo passo, stabilire collegamenti con il nuovo ambiente.

La ricerca di connessioni sociali a volte può portare a esperienze difficili, dove l'energia che abbiamo investito per andare verso l'altro non si renderà concreto sempre. Non adombrarsi e siate pazienti.

Datevi il tempo.

Spesso è necessario da due a tre anni per riconquistare tutti i suoi punti di riferimento, dopo una fase di spostamento. Non perdere la speranza se prendi più tempo del previsto per adattarsi alla tua nuova vita.

Domande da porre prima o dopo lo trasloco.

Che avete appena fatto il trasloco o si sta per farlo, porsi queste quattro domande: vi aiuteranno nel vostro viaggio personale.

  • Quali sono state le principali fonti di adempimento prima del trasloco: occupazione, ricchezza di relazioni sociali, la comodità domestica, vita locale ...?
  • Quali azioni intraprendere per riattivarli? Non siate troppo ambizioso e non impostate un obiettivo in termini di tempo di esecuzione.
  • Quali eventi della mia vita precedente io non voglio vivere di nuovo?
  • Come fare per evitare la ripetizione?